Si tratta solo della novità di punta della nuova mirrorless d’ingresso, che rinnova anche il sensore – ora retroilluminato da 20 Megapixel – il processore, che consente la raffica fino a 20 fps con AF attivo e i filmati accelerati. Schermo touch e orientabile e modo dedicato per gli autoritratti

NUOVI SENSORE E PROCESSORE – Nuovo anche il sensore CMOS CX da 1” e 20.8 Megapixel effettivi, dove la novità sta nel fatto di essere di tipo BSI, retroilluminato, cioè con i fotodiodi al primo strato del chip e colpiti subito dalla luce, senza strati intermedi . 1” di area sensore significa 13.2 x 8.8 mm, circa quattro volte i sensori da compatta da ½.3”, spiega Nikon.
Nuovo il processore Expeed 5A, che contribuisce alla velocità della Nikon 1 J5, alla qualità dell’immagine e alla riduzione del noise, gestendo sensibilità equivalenti ISO fino a 12800.
 TUTTI I MODI PER LO SCATTO MIGLIORE – Per quanto riguarda lo scatto, la Nikon 1 J5 ripropone anche funzioni tipiche di Nikon, come diverse modalità di selezione dello scatto preferito all’interno di una raffica: Smart Photo Selector propone fino a 5 foto su una sequenza di massimo 20 immagini; Selezione Attiva permette di scegleire la foto migliore su 20 scattate in meno di un secondo; Slow View cattura fino a 20 immagini in sequenza e le riproduce al rallentatore sullo schermo per permettere di scegliere il momento esatto da conservare.
Ci sono poi le opzioni creative da applicare già prima dello scatto: Controllo immagine live permette di impostare a schermo tempo, diaframma, luminosità e contrasto, mentre la Tavolozza creativa comprende filtri artistici da applicare alle foto; tutto con visualizzazione in anteprima del risultato, prima di applicarlo scattando.

Tratto da FOTOZONA Magazine News

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *